Visita alla Grande Fabbrica della Parole

fabbrica-delle-parole

Giovedì 24/11/2016 la 2°C con le professoresse Mainardi e Fazzo è andata a “La Grande Fabbrica delle Parole“. Appena arrivati, i ragazzi sono stati accolti da tre ragazze: Cristina, Corinna e Margherita che hanno attaccato loro delle etichette con il nome, hanno scattato loro delle foto e poi li hanno fatti accomodare in una stanza contenente arredi vari, ma soprattutto libri e librerie. Qui hanno spiegato come si scrive e si pubblica una storia e li hanno invitati a provare a scriverne una anche loro.

I ragazzi hanno accettato con piacere. Così, dopo aver deciso tutti insieme il protagonista, l’ambientazione e lo scopo dell’eroe, hanno ottenuto la storia di Pulindo, un ragazzino con dei poteri che gli permettono di manipolare il tempo e lo spazio, e con l’obiettivo di tornare indietro nel tempo per cambiare il carattere dei suoi malefici professori. Ma per questa storia non si riusciva a trovare un finale! Perciò Margherita ha comunicato che la storia avrebbe avuto ben 22 finali: uno per ognuno dei ragazzi presenti.

E così, presa carta e penna, la 2°C si è messa all’opera. Sotto la supervisione di Corinna (che teneva a bada gli errori grammaticali), finalmente la storia di Pulindo è giunta a una conclusione (anzi a 22!).

Ad un certo punto una signorina alta con i capelli bruni e con dei fascicoletti rossi in mano è entrata nella stanza. I ragazzi erano perplessi, ma poco dopo gli è stato spiegato tutto: quella era un’editrice e i fascicoletti che aveva in mano erano dei piccoli libri… LA LORO STORIA ERA STATA PUBBLICATA!!!!

(Anita e Angela)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...